"ARCHITETTURE-CAMMINO", esperienze e pubblicazioni di cammino lento in terre del silenzio

 


"ARCHITETTURE-CAMMINO", esperienze, ricerche e pubblicazioni per dare nuova voce alle terre del silenzio, in cammino lento per cultura, sport e benessere; Valcellina, Friuli Venezia Giulia.


"Lontano dai luoghi della finzione e del frastuono, ho attraversato a volte una soglia invisibile e scoperto luoghi dello spirito: eremi, fonti, santuari, boschi millenari, a volte semplici toponimi. Soprattutto piccole valli, orientate come antenne paraboliche verso un silenzio planetario. (...) Oggi più di ieri sono convinto che il compito dei media sia anche raccontare le terre del silenzio".   
(PAOLO RUMIZ)

La pratica del cammino lento nei paesaggi, tra natura ed architettura, ha sempre fatto parte della mia vita e mi ha regalato forza, conforto e compagnia in periodi oscuri, coraggio nell’affrontare scelte difficili, serenità nell’accettare la meditazione solitaria come passaggio obbligato nella ricerca della pace interiore. Quando la sorte mi ha sottratto per un periodo la possibilità di camminare, mi sono allenata per riappropriarmene, anche percorrendo a piedi  le terre in cui mi sono trovata a vivere.
Percorrendo le terre le ho amate, ho desiderato approfondire la conoscenza dei luoghi, della storia e delle genti, riprendere attività che avevo praticato in passato per lavori di ricerca: studiare e descrivere i territori, coniugando la passione per il cammino con  la formazione professionale alla “lettura” di paesaggi ed architetture.
La storia dei miei cammini è iniziata quasi sessanta anni fa in terra costiera sud-tirrenica nell'estrema propaggine della penisola sorrentina, ed oggi si svolge nell'entroterra dell'alto-adriatico in cui vivo, ed in valli alpine che si inoltrano verso nord.
Il modo di camminare, di osservare le terre del silenzio, di studiarle, di ricercarne storia e trasformazioni  attraverso bibliografie, cartografie, ascolto di memorie orali e di storie non scritte, non è legato ad un luogo geografico, ma è una modalità applicabile in tanti luoghi.

In questo percorso nel tempo ed in spazi molto diversi tra loro, ho sperimentato anche che la valorizzazione della salute psico-fisica può essere strettamente connessa alla pratica personalizzata del cammino ed all’espressione della creatività che spesso ne consegue.
So che molte persone hanno vissuto e vivono esperienze analoghe, e che tutto ciò che ho scritto non è assolutamente una novità.
Il desiderio di scrivere articoli e libri sul tema "ARCHITETTURE-CAMMINO" è nato camminando, percorrendo a piedi le terre che amo, immergendomi nei paesaggi, armonizzando il ritmo dei passi e del respiro con la luce del sole, con la corsa delle nubi, con il respiro del vento e degli alberi, con il movimento delle acque, sentendomi parte di un universo pulsante di energie e di vite, in cui architetture "minori" e manufatti artistici "di strada" regalano spunti di riflessione sulle memorie che custodiscono silenziosamente.


Così è nata l'idea di "ARCHITETTURE-CAMMINO", il mio progetto di ricerca dedicato alla conoscenza ed alla valorizzazione di paesaggi, architetture e culture di territori appena fuori porta rispetto al luogo in cui vivo; quando posso, li percorro con piacere, ammirando bellezze, beneficiando del potere terapeutico del cammino e scrivendo note illustrate che spero suscitino nei lettori il desiderio di scoprire, osservare e conoscere  luoghi silenziosi, attraversandoli con rispetto in punta di piedi.  
Sto sperimentando cammini e ricerche in luoghi pedemontani e montani appartati, in valli alpine scarsamente popolate, in piccole borgate che custodiscono architetture spontanee testimoni di economie, culture, saperi antichi e tradizioni che si stanno perdendo, e che sopravvivono solo nella memoria di poche persone originarie o abitanti dei luoghi; ho avuto ed ho la fortuna di ascoltare persone desiderose di raccontare, di rievocare una storia "minore" non scritta nei libri, una voce che chiede in qualche modo continuità vitale per un futuro incerto, non ben delineato, che forse ci ricondurrà di nuovo verso terre da decenni rimaste immerse nel silenzio, ed in alcuni casi abbandonate.






Il messaggio concretizzato nei miei libri giunge da una specifica area geografica, ma la modalità è sperimentabile in tante terre "del silenzio", con amore per le loro autenticità e per il loro patrimonio paesaggistico e storico-culturale.
Un sentito ringraziamento agli enti ed alle associazioni che hanno onorato i miei libri del loro patrocinio, ed un abbraccio circolare a tutte le belle persone che hanno collaborato e che stanno ancora collaborando attivamente, con le loro testimonianze di vita vissuta, alla stesura dei prossimi volumi.
Buona lettura e buon cammino.






ARCHITETTURE-CAMMINO  (logo di Irene Munzù) 

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE TUTTI I MIEI LIBRI E GLI ESTRATTI


Commenti