Intorno al lago di Barcis (PN): dal centro alla borgata di Losie, Valcellina, Barcis (PN), Friuli Venezia Giulia, ARCHITETTURE-CAMMINO IN VALCELLINA NELLE BORGATE DI BARCIS (PN)

 

Friuli Venezia Giulia, Prealpi Carniche, Valcellina, intorno al lago di Barcis (PN), Cammino dal centro di Barcis alla borgata di Losie, realtà presente e testimonianze del passato.

Ricordi di un cammino alla ricerca delle memorie di un piccolissimo nucleo insediativo della Valcellina: Losie, borgata di Barcis (PN). Una borgata riservata e nascosta, invisibile dalle rive del lago. Per scoprirla bisogna inoltrarsi in salita su un percorso tra i boschi sul versante sud del lago, fino a raggiungere una radura di bellezza inaspettata. Un luogo da visitare in silenzio e da osservare in punta di piedi, con rispetto per il paesaggio e per le memorie che sono impresse nei sentieri, nei prati e nelle architetture spontanee, onorando l'impegno dei custodi del genius loci.







Ho raggiunto Losie in cammino in un giorno di fine estate 2020, per ascoltare ricordi della sua storia passata attraverso la preziosa, emozionante, intensa e simpatica testimonianza di Franco Paulon de Nando de Fosa, nativo del luogo, radicato con l'anima e con le azioni del vivere quotidiano da circa 80 anni.
Franco ha raccontato le sue memorie sin dal 1940, delineando un passato in cui la borgata di Losie era stabilmente abitata da 3-4 famiglie con circa una ventina di persone, tra cui numerosi bambini. La vita degli abitanti era sorretta da un'economia agro-silvo-pastorale che consentiva una parziale autosufficienza attraverso la coltivazione di fagioli, patate, alberi da frutta, peri, meli, ciliegi, noci, pruni, nei prati antistanti le abitazioni.



Si praticava l'allevamento delle mucche, che costituivano il grande patrimonio familiare insieme con la stalla e la casa, e si preparavano piccole quantità di formaggio. Si sfruttavano le risorse del bosco attraverso il taglio del legname, la raccolta dei funghi, la caccia per uso alimentare.
Si lavorava il legno, si valorizzava il "saper fare" con le proprie mani quasi tutto, utilizzando con rispetto e parsimonia le risorse disponibili. Molte erano le difficoltà di approvvigionamento di altri generi di prima necessità in tempo di guerra.
Attraverso le parole di Franco tornano le memorie di bambini provati da guerra e fame, da paure e sofferenze che la lotta partigiana arrecava alla popolazione civile; i bambini si recavano a piedi a scuola scendendo fino al centro di Barcis, percorrendo oltre un'ora di cammino in ogni stagione, con la "piova" e con la neve alta, muniti di calzature precarie, lungo sentieri di cui oggi si riescono a rintracciare solo alcuni tratti, truois sparis...sentieri spariti, come nel tratto visibile in foto qui sotto:


Franco ha raccontato i suoi ricordi di violenti episodi di guerra nella borgata, ubicata sulla via di transito di nazi-fascisti e partigiani tra le postazioni militari del Piancavallo e la vallata di Barcis, che resistette fino all'invasione con il grande incendio delle case appiccato per rappresaglia nel "dies irae" dei nazisti l'11.09.1944.
Dopo la guerra, i cambiamenti, il lavoro nella valle, il lavoro altrove ed i rientri, e l'emigrazione di molti; l'abbandono di alcune abitazioni che ancora rivelano interessanti forme costruttive originarie; il recupero di altre abitazioni e la cura minuziosa ed amorevole degli spazi circostanti, con la speranza di riuscire ancora a tenere in vita il luogo nel futuro, in qualche modo.




La borgata di Losie oggi appare a prima vista come la radura nel bosco delle favole, e custodisce con riservatezza grandi contrasti: presenze ed assenze, voci vive e silenzi, prati sfalciati e roveti impercorribili, elementi costruttivi in pietra e legno che raccontano la vita di chi abita per lunga parte dell'anno, ed analoghi elementi costruttivi abbandonati che la natura riconquista, siepi fiorite e macchie di fiori selvatici o inselvatichiti; colori che regalano speranza ed onorano la passione e l'impegno di chi ama la vita in questo luogo e ne percorre gli spazi tra le montagne e la valle, nonostante tutte le trasformazioni sopravvenute.




Uno dei prossimi volumi della mia collana di libri sul progetto "ARCHITETTURE-CAMMINO IN VALCELLINA NELLE BORGATE DI BARCIS" sarà dedicato alla borgata di Losie e sarà articolato analogamente ai volumi già pubblicati dedicati ad altre borgate di Barcis.
Eccoli, con i rispettivi links per leggere gli estratti.
Una lettura mirata è sempre un buon inizio prima di un cammino.





ARCHITETTURE-CAMMINO
(logo di Irene Munzù)



Commenti