Post

Visualizzazione dei post da luglio, 2022

CAMMINI IN CITTA' TRA LUNGOMARE E COLLINA, Napoli

Immagine
  CAMMINI IN CITTA' TRA LUNGOMARE E COLLINA, Napoli  Seconda metà degli anni '70. Vivevo a Napoli, frequentavo il liceo classico e praticavo quotidianamente il cammino in misura molto intensa e programmata, in zone urbane sempre più ampie della città, che mi divertivo a scoprire. Spesso, dopo la scuola, decidevo di rientrare a casa utilizzando le gambe anziché i mezzi di trasporto pubblico. Raggiungevo il mio quartiere sulla collina risalendo lunghe scalinate e gradonate pavimentate in pietra, che si snodavano tra quartieri antichi, in cui il confine tra lo spazio privato delle abitazioni e lo spazio pubblico della strada era pressoché inesistente. Qui le persone vivevano la strada come estensione della casa, realizzavano aiuole, sistemavano tappetini, cani, culle, passeggini e box per i bambini, e stenditoi per il bucato. Improvvisavano salotti con sedie e tavolini innanzi alle porte, si intrattenevano a chiacchierare sorseggiando il caffè, pregavano innanzi a maestose edico

Presentazione: ARCHITETTURE-CAMMINO IN VALCELLINA NELLE BORGATE DI BARCIS (PN), CAPITELLI SU ANTICHE STRADE - Cammino tra capitelli - presente e passato.

Immagine
  Presentazione della ricerca e del libro: ARCHITETTURE-CAMMINO IN VALCELLINA NELLE BORGATE DI BARCIS (PN), CAPITELLI SU ANTICHE STRADE - Cammino tra capitelli - presente e passato. Barcis (PN), Valcellina, Prealpi Carniche, Friuli Venezia Giulia. Domenica 10 luglio 2022, nel centro di Barcis, nella sala affacciata sul lago accanto al monumentale Palazzo Centi, si è tenuto l'evento annunciato dalla locandina ideata dal grafico  Adriano Traina  di Barcis: L'evento è stato patrocinato dal Comune di Barcis (PN), con la partecipazione del Sindaco Claudio Traina, degli assessori Monica Boz e Claudia Gasparini, di membri della comunità barciana e di visitatori appassionati delle bellezze del territorio ed interessati alla specificità dell'argomento trattato: i capitelli votivi, piccoli sacelli contenenti un'immagine sacra, che si incontrano in cammino lungo antiche strade tra le borgate della valle di Barcis, sulle prime pendici montane intorno al lago e nelle valli laterali.